Abbandonare il Sistema

Secondo la mia comprensione, il ‘sistema’ che Ouspensky disse di aver abbandonato nell’ultima fase della sua vita è stato il sistema sviluppato in Frammenti di un insegnamento sconosciuto, o meglio è stato il linguaggio e il modo di presentarlo, la forma esteriore di questo sistema, che ha dovuto essere abbandonata. Le leggi ed i principi che sono stati indicati non ci possono essere abbandonati, perché sono leggi dell’universo stesso. Ma ciò che ora diventa chiaro è che con un solo colpo ha salvato il sistema dal divenire per noi un dogma , impedendo che la nostra comprensione si congelasse in parole e si cristallizzasse in quel modo. A un certo punto, con molto lavoro e attenzione, si deve padroneggiare un intero sistema di reale conoscenza. Poi, in un altro punto si può avanzare ulteriormente solo abbandonando quel sistema e proseguendo lungo la strada senza bagagli. Sembra contraddittorio, ma è così.